finestre: le due relazioni base

immagini sotto i due principali tipi di rapporti tra persone (e non), raffigurate graficamente da due stanze con una finestra che da’ sull’esterno. Per cui fra tutte le casistiche che si possono avere ce ne sono due base: una finestra unica, come nella prima immagine, che rende necessaria o la dittatura di una delle due parti oppure un accordo fra loro. Esempi, facendo riferimento alle nostre biblioteche: l’apertura o la chiusura, l’energia elettrica, l’orario, eccetera, tutti parametri uguali sia per gli utenti che per i bibliotecari.
La seconda casistica base, seconda immagine, due finestre separate, con tutte le sottocasistiche, come per esempio la disposizione dei monitor, i bagni, eccetera: parametri che cambiano a seconda che si prendano in esame quelli dei bibliotecari o quelli degli utenti.

immagini sopra: una finestra due stanze (genitori-figli fino a 14 anni, dittatore-sudditi)
sotto: due finestre due stanze (due adulti, azienda-cliente)

 

questo rapporto, ognuno decide per se’,  in realta’ nelle biblioteche italiane non  c’e’: quasi tutto viene deciso dai  bibliotecari (o meglio ci sono le due finestre separate ma sono tutte e due comandate dai bibliotecari)(post 146 monitor e privacy)

 

 

 

 

                                                                                                    post 221 
Posted in biblio, privacy and tagged , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *