la truffa delle onlus: il vuoto legislativo

(restyling post 392)
la truffa delle Onlus poggia in gran parte su di un vuoto legislativo perche’ vengono riconosciute allo stato attuale solo due figure: il beneficiario ed il donatore. Per cui gli operatori onlus si spacciano ora per l’uno, ora per l’altro riuscendo ad accedere a risorse altrimenti non spettanti, facendosi passare per beneficiari necessari (lavoriamo abbiamo diritto ad una paga, no?) oppure per donatori  (quando invece i soldi ce li mettono altri)
quando invece sono solo, per fare la metafora dell’acqua, dei portatori. Manca una legge che dica cosa spetta e cosa non spetta ai portatori d’acqua (portatori dei soldi di poveri, bisognosi, bambini africani, ecc). A cominciare dalla base: possono bere l’acqua? Un po’? Solo un assaggino? O prenderne quanto ne vogliono?
449acq
gli operatori onlus non sono ne’ beneficiari ne’ donatori
Portatori d’acqua

 

 

 

 

 

 

 

 post 449 

 

Posted in onlus, Uncategorized.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *