onlus: retribuite diversamente

onlus: retribuite diversamente. Presentate come associazioni di volontari
(sotto: Emergency) chiedono poi aiuti economici per potere garantire il
servizio. Sfogliando invece il vocabolario  alla voce volontario c’e’ la
specifica “presta la sua opera gratuitamente”, senza chiedere
compensi. La richiesta di contributi da enti che si presentano come
associazioni di volontari e’ dunque illegittima

http://www.emergency.it/index.html

dal sito di Emergency
vocabolario: definizione di volontario
differenza tra volontari (in alto) ed elemosinanti, o “retribuiti diversamente”, ad offerta libera. Le onlus appartengono alla categoria col berretto e non, come erroneamente si crede, a quella senza

nella prima immagine, volontari: suonano per il pubblico senza chiedere compensi, gratuitamente. Se invece mostrano un berretto con una richiesta di remunerazione per la loro opera, come nella seconda immagine, non si possono chiamare volontari ma elemosinanti o “retribuiti diversamente”, ad offerta libera.

Una onlus quindi puo’ chiedere contributi economici solo se si guarda ad una sua frazione, quella dei volontari appunto che non ricevono retribuizione. Se invece si guarda alla onlus nella sua globalita’, e cominciano a comparire magicamente stipendiati, manager, avvocati  e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, la onlus non ha piu’ i requisiti per potere richiedere tali contributi economici per la propria attivita’

post 531

Posted in Emergency, onlus, Uncategorized.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *