ONLUS

definizione di Onlus: societa’ mista pubblico-privata, che potendo scegliere prende il meglio del pubblico e del privato, quando non si potrebbe. Esempio pratico, le donazioni: alla richiesta di donazioni le onlus si fanno passare per enti pubblici (altrimenti non prenderebbero molti soldi: chi donerebbe qualcosa a qualcuno per aprirsi un bar?), all’atto di spenderli si fanno passare per enti privati (in maniera di poterne disporre a proprio piacimento senza essere, per esempio, tenuti a rendere conto)

onlus2 (1)

ONLUS, il settore dei voltafaccia. Ente pubblico quando si tratta di chiedere i finanziamenti, ente privato quando si tratta di spenderli

un esempio di ente pubblico e privato a seconda della convenienza, il Banco Informatico (http://www.biteb.org/biteb/index.asp). Sopra l’art 3 dello statuto, e’ chiaramente lo statuto di un ente pubblico e non privato (potrebbe anche essere ente privato, ma solo se chi dona i beni ne e’ anche il proprietario. Se invece i beni vengono ottenuti dalla collettivita’ tramite richieste di donazioni e finanziamenti, allora e’ sempre un ente pubblico).

Se invece provate a chiedere un qualsiasi diritto che i cittadini hanno nei confronti degli enti pubblici, come chiedere di vedere un qualche resoconto dell’attivita’, ecco che il Banco Informatico si trasforma e diventa un ente privato. Se volete provare (io l’ho fatto settimana scorsa) componete lo 02 55300873 (Banco Informatico Tecnologico e Biomedico ONLUS Via Walter Tobagi, 30 20068 – Peschiera Borromeo) e chiedete di vedere una lista di tutti i PC che sono arrivati al Banco: vi risponderanno che loro sono un ente privato e non sono tenuti a mostrare questi dati. Come se un politico vi dicesse: “l’auto blu? E’ perche’ dovrei dirle per cosa l’ho usata? E’ di mia proprieta'”

post 388

Posted in onlus, pubblico privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *