tempo

vedi anche gradini e tempo on-off
tempo


Non sempre lo scorrere del tempo è scontato, certe volte ci riscopriamo a pensare all’esistenza di un qualcosa senza, come certe persone anziane che immaginiamo tali tutta la vita. Poi ogni tanto qualcuno di loro ci dice “ah sono stato giovane anch’io”, costringendoci a lavorare per rendere piu’ scuri i loro capelli, piu’ liscia la loro pelle. Nella galleria sotto un lavoro del fotografo Bobby Adams (http://www.bobbyneeladams.com/age.html) che ci risparmia la fatica.
Stabilendo una gerarchia, un pensiero che tenga conto dello scorrere del tempo sara’ situato su un gradino piu’ alto rispetto ad una concezione statica. Tutta la nostra concezione dell’universo e degli oggetti che ci circondano ha queste due concezioni, per cui ogni volta ci ritroviamo a pensare ad un qualcosa di fermo per poi arrivare alla conclusione che no, si muove. I piu’ smaliziati passano direttamente alla fase in movimento saltando il passaggio statico. Nel concepire le mappe mentali, per esempio, Tony Buzan, che passa per il capostipite di questi schemi gerarchici-associativi, non poteva pensare direttamente ad un qualcosa che si muove saltando il primo passaggio?


post 15

doppio stato

Una donna con il suo doppio stato, disponibile o no, doppio stato correlato alla doppia natura degli uomini, belli e brutti.

361_top7_social20network

post 14

logica boole

un circuito logico costruito secondo la logica di Boole. Le opzioni sono regolate da leggi simili a quelle che seguono i monopoli, con la presenza di entita’ singolari. Ponendo invece che i monopoli siano solo una fase immatura, cui fa sempre seguito il passaggio ad un regime concorrenziale con due o piu’ poli, e che queste opzioni seguano le stesse leggi di calamite, magneti, atomi eccetera ogni opzione sara’ legata al suo opposto, rendendo il circuito piu’ fluido e funzionale.

                                                                                                                                                                                                                                                                                   pag 12

buzzacchino

Image and video hosting by TinyPic
Una mappa di buzzacchino, statica quando invece il cervello (come tutto, anzi al mondo non c’è niente di fermo, se non nella visione bacata (o acerba) dell’uomo)) è in continuo movimento, cosi’ come dovrebbe essere in movimento una mappa mentale. Nelle immagini, dopo  la scelta (post 5)  un’altra prova di come potrebbe essere una mappa mentale in movimento. Mancano le aggregazioni, la distanza, i poli nord e sud e qualche altra variabile.

Osservate questa immagine ruotare (analizzando le varie voci della mind map) e vi riscoprirete a controllare che le voci  al centro siano poste piu’ in alto di quelle in periferia (tipo devo riordinare le idee)

 

 

post 11